Grest 2018 alle porte: questa gioventù non è bruciata

Si preparano con grande impegno e creatività, sono gli animatori del Grest 2018. Hanno dai 14 ai 18 anni e dopo la fine della scuola hanno deciso di impegnarsi dedicando il loro tempo ai loro fratellini più piccoli.

Sono ragazzi che provengono sia dall'Acg (Azione Cattolica Giovanissimi) che da poco ha concluso l'anno di attività, sia dagli Scout, ma anche giovani che pur frequentando con l'assiduità l'oratorio in estate riscoprono il piacere di rendersi utili.

Il Grest si svolgerà dall'11 al 29 giugno e i ragazzi nelle serate di formazioni stanno preparandosi per accogliere al meglio i bambini che vi partecipano. Come le migliori torte, infatti, anche il Grest necessita di pochi ingredienti, ma ben dosati:

  • Sano divertimento: sia gli animatori che i bambini partecipano al Grest per divertirsi, stare in compagnia e sperimentare insieme ai loro amici nuove esperienze. Alcuni proveranno un nuovo laboratorio, altri tra i più piccoli andranno in piscina e in gita per la prima volta senza i genitori.
  • Fratellanza: i ragazzi delle superiori seguiranno sia nei laboratori che nei giochi i bambini più piccoli, proprio come dei fratelli maggiori. Questa sarà una vera palestra per allenare la loro sensibilità e la responsabilità verso il prossimo.
  • Collaborazione: essere in tanti non vuol dire sempre andare d'accordo con tutti. Il Grest è quindi l'occasione per imparare a lavorare in squadra, sia con i propri coetanei, sia con gli adulti che gestiranno i laboratori. Questo permetterà ai giovani delle superiori di confrontarsi anche con chi ha un modo diverso rispetto al loro di vedere il mondo, potranno così portare il proprio contributo mettendosi in gioco e in relazione sul terreno della manualità, dello sport e dell'aiuto reciproco.

I laboratori sono veramente molti, le gite e le occasioni per stare insieme non mancheranno, dunque l'unica cosa che resta da fare è partecipare!

 

Volontari